Labor Servizi NordEst | Servizi di Caf e Patronato per il Trentino

Modello ISEE

Una panoramica sulle informazioni utili da conoscere. A partire dai documenti da considerare fino alla scadenza della validità passando per il metodo di calcolo. Una guida completa sulla base delle istruzioni fornite dall’INPS e sulle ultime novità in materia, dai documenti necessari fino alla scadenza della validità passando per il metodo di calcolo. L’Indicatore della Situazione Economica Equivalente viene utilizzato per valutare e confrontare la situazione economica delle famiglie.

A cosa serve l’ISEE 2021

È necessario per l’accesso a una serie di benefici, contributi e prestazioni riconosciute ai cittadini, dal bonus nido al reddito di cittadinanza, sono numerose le agevolazioni che si possono richiedere solo se si possiede l’attestazione ISEE. In particolar modo, per non interrompere il beneficio dei possessori di REDDITI DI CITTADINANZA è necessario richiedere l’ISEE entro il 31.01.2021. Si distinguono anche tipologie specifiche, come l’ISEE Università che deve essere utilizzato dagli studenti per accedere alle prestazioni per il diritto allo studio o l’ISEE corrente, necessario in caso di variazioni della situazione reddituale.

Modello ISEE 2021: documenti da presentare per la DSU

L’ISEE 2021 fotografa la situazione economica delle famiglie sulla base dei dati e dei documenti che riguardano i redditi percepiti da chi presenta la DSU, Dichiarazione Unica Sostitutiva, e da tutti gli altri componenti del nucleo familiare. Per il calcolo si considerano anche le informazioni che riguardano case, conti correnti e altri beni mobili e immobili. Pertanto, vengono presi in considerazione tutti gli elementi che possono avere un impatto sulla situazione economica di una famiglia.

Per consentire alla Sede del CAF Labor di compilare la DSU e poter effettuare il calcolo del modello ISEE 2021 è necessario, contattare la sede piu’ vicina, prenotare un appuntamento e avere a disposizione la seguente documentazione:

  • codice fiscale e documenti di identità del dichiarante;
  • codice fiscale di tutti i componenti;
  • contratto d’affitto e copia dell’ultimo canone versato, in caso di affitto;
  • documenti che attestano i redditi percepiti nel 2019, ovvero:
  • Modello 730 o Modello Unico e Modelli CUD;
  • Certificazioni o altra documentazione che attesti compensi,
  • indennità,
  • trattamenti previdenziali e assistenziali,
  • redditi esenti ai fini Irpef,
  • redditi prodotti all’estero,
  • borse e/o assegni di studio,
  • assegni di mantenimento per coniuge e figli;
  • dichiarazione IRAP per imprenditori agricoli;
  • documenti che riguardano il patrimonio mobiliare e immobiliare posseduto al 31 dicembre 2019, ovvero:
    • depositi bancari o postali, libretti di deposito, titoli di stato, obbligazioni, azioni, BOT, CCT, buoni fruttiferi, fondi di investimento, forme assicurative di risparmio e qualsiasi altra forma di gestione del patrimonio mobiliare anche detenuto all’estero;
    • tipologia e numero identificativo del rapporto patrimoniale, codice fiscale dell’istituto bancario o società di gestione del patrimonio, date di riferimento dei rapporti patrimoniali;
    • giacenza media annua di depositi bancari e/o postali;
    • patrimonio netto che risulta dall’ultimo bilancio presentato ovvero la somma delle rimanenze finali e dei beni ammortizzabili al netto degli ammortamenti, solo per lavoratori autonomi e società;
    • certificati catastali, atti notarili di compravendita, successioni, e/o altra documentazione sul patrimonio immobiliare, anche se detenuto all’estero (fabbricati, terreni agricoli, aree edificabili).
  • Valore IVIE degli immobili detenuti all’estero;
  • Atto notarile di donazione di immobili, per le richieste di prestazioni sociosanitarie residenziali);
  • Certificazione della quota capitale residua dei mutui stipulati per l’acquisto e/o la costruzione degli immobili di proprietà;
  • Targa o estremi di registrazione al PRA e/o al RID di autoveicoli e motoveicoli con una cilindrata pari o superiore a 500cc, di navi e imbarcazioni da diporto, posseduti alla data di presentazione della dichiarazione.

Inoltre, in caso di persone con invalidità all’interno del nucleo familiare è necessario presentare anche la documentazione aggiuntiva che segue:

  • certificati di invalidità;
  • spese pagate per il ricovero in strutture residenziali e per l’assistenza personale.

Per l’Isee 2021 l’anno di riferimento per il patrimonio è lo stesso che per i redditi: il 2019!

Per l’ISEE 2021:

  • i patrimoni posseduti presi come riferimento per la DSU sono quelli di 2 anni prima.
  • Per il 2021, quindi, i redditi e i patrimoni di riferimento saranno quelli del 2019.

I NOSTRI SERVIZI


insurance

Assistenza Sociale

Patronato Labor

team

Ufficio vertenze

Confeuro

house

Sportello casa

Unioncasa

icons8-calendar-100

Prenota

il tuo appuntamento

Invia una richiesta di appuntamento, ti ricontatteremo entro 48h per confermare il tuo appuntamento

icons8-calendar-100

Prenota

il tuo appuntamento

Invia una richiesta di appuntamento, ti ricontatteremo entro 48h per confermare il tuo appuntamento

icons8-news-100

Leggi

tutte le notizie

resta sempre aggiornato


icons8-news-100

Leggi

tutte le notizie

resta sempre aggiornato




icons8-documents-100

Documenti

Cosa devi portare

Per ogni servizio, qui trovi la checklist dei documenti da portare

icons8-documents-100

Documenti

Cosa devi portare

Per ogni servizio, qui trovi la checklist dei documenti da portare